Gabriele Taurisano, in viaggio in bicicletta da Trier a Lecce, arriverà il 18 settembre e si unirà alla Staffetta per la sicurezza stradale

 

Dopo più di 1300 km, il viaggio in bicicletta di Gabriele Taurisano arriva in Abruzzo. Il giovane francavillese è partito l’1 settembre da Trier, in Germania, e arriverà a Lecce sabato 18 settembre, proprio durante la Settimana Europea della Mobilità. Durante l’ultima tappa si unirà alla Staffetta per la sicurezza stradale organizzata dalla “Rete Comuni amici della bicicletta”. Un percorso ad anello di circa 100 km che partirà sabato mattina da Francavilla Fontana e attraverserà i comuni di Oria, Latiano, San Vito dei Normanni, Carovigno, Ostuni, Cisternino, Martina Franca, Ceglie Messapica e Villa Castelli. E proprio nell’ultima parte della staffetta Gabriele si unirà alla carovana per passare dalla sua città d’origine, Francavilla Fontana. La degna conclusione di un’impresa eccezionale, quella di Gabriele, che il 22 settembre a Palazzo Imperiali (Francavilla Fontana) racconterà il suo viaggio in occasione dell’iniziativa “Hai voluto la bicicletta? Gabriele Taurisano, 1880 km di pedalate”, organizzata dall’Associazione di Promozione Sociale NATIVA e promossa dal Comune di Francavilla Fontana nell’ambito della Settimana Europea della Mobilità.

Gabriele Taurisano è uno dei tanti che, giovanissimo, ha lasciato la sua città d’origine alla ricerca di qualcosa che qui non aveva. Dopo quattro anni nel settore della gastronomia, ha deciso di coltivare la sua passione per le due ruote, coniugandola con la sua vita professionale. Ha iniziato, così, un percorso triennale di apprendistato e praticantato come ciclomeccanico. Dopo anni di formazione e lavoro, centinaia di km percorsi e decine di forature riparate, Gabriele ha deciso di “scendere” in Puglia, a casa, in bicicletta. 1880 km per un viaggio di circa due settimane raccontato tappa dopo tappa sulla pagina Facebook dell’associazione NATIVA [https://www.facebook.com/associazionenativa/].

 

 

NATIVA nasce nel maggio 2021 a Francavilla Fontana. Il suo scopo è riconnettere, raccordare e raccontare le decine di persone nate e cresciute a Francavilla ma che, per i vari motivi della vita, sono andate via. Un modo per farle ritornare e un modo per arricchire la comunità locale attraverso le esperienze e le competenze maturate altrove dai propri concittadini.

 

editor

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *