“Le chiacchiere stanno a zero, i fatti contano”

Negli ultimi giorni, la discussione politica soprattutto sui social, è stata incentrata sulla nostra presenza negli ultimi due consigli comunali che a qualcuno è apparsa strana. Evidentemente comportarsi seriamente ed andare a portare la voci dei tanti cittadini che con il loro consenso ci hanno chiesto di essere lì a difendere le loro ragioni appare quasi anomalo ormai nel nostro paese talmente siamo abituati a comportamenti diversi, sia ad una parte della opposizione che a qualche simpatico ex sindaco che se ricordasse bene le sue “avventure” politiche e i relativi risultati probabilmente farebbe meno lo spiritoso con comunicati saccenti.
Ma prima i fatti : nel Consiglio comunale del 28 Luglio scorso, la giunta chiaramente inadeguata si presentava in consiglio comunale con carte preparate con evidenti errori su di un argomento importante come la discussione riguardo al DUC (Distretti Urbani del Commercio) , tanto che l’assessore al ramo ha fatto un silenzio talmente lungo che ricordava le interrogazioni scolastiche dopo le vacanze di tanti di noi studenti che invece di studiare all’epoca giocavamo a pallone e poi in particolare sulla approvazione delle nuove tariffe TARI tutti noi consiglieri di opposizione in quella occasione lamentavamo la non consegna della documentazione, cosa questa che rischiava di rendere illegittima una eventuale approvazione in quella sede della delibera, si decise così di rinviare tale argomento ad un consiglio comunale da svolgersi Sabato 31 Luglio alle 15:30.
Noi il Sabato 31 Luglio ci presentiamo puntuali a fare il nostro dovere in consiglio, e pur rimarcando che le assenze non erano tutte giustificate da parte della maggioranza che appariva non solo mediocre nella azione amministrativa ma anche divisa al suo interno, abbiamo consentito che si svolgesse lo stesso. A differenza di altri Consiglieri , anche di opposizione, non siamo andati a marea a Campomarino di Maruggio o altrove , ma abbiamo partecipato al consiglio comunale portando la voce dei cittadini, anche se ci sarebbe piaciuto con quel caldo andare a mare.
La approvazione delle tariffe TARI, tassa sui rifiuti, a parte le chiacchiere che qualcuno racconta , è un atto in cui le modalità di calcolo non dipendono dal comune ma da un Piano Economico finanziario i cui dati arrivano da altri soggetti ed è praticamente quasi un atto dovuto. Avremmo potuto non partecipare a quella seduta ed il comune di Latiano a quel punto, non essendo riuscito a tale approvazione per responsabilità di una maggioranza divisa e di una giunta mediocre ed inadeguata, avrebbe avuto tanti servizi in meno perché si sarebbero dovute recuperare 350.000 (trecentocinquantamila) euro sul bilancio comunale che servono comunque a coprire il costo del servizio che deve essere coperto per legge.
Noi ci siamo assunti le nostre responsabilità per evitare che una giunta inadeguata facesse ulteriori danni ai cittadini.
Agli amici consiglieri di opposizione di un’altra coalizione, diciamo che noi siamo abituati a ragionare ed esprimere le nostre posizioni in consiglio comunale con la nostra testa , non scappando di fronte alle nostre responsabilità, facendo tutto alla luce del sole, abituati ad essere autonomi e a non dovere rispondere ad altri se non ai nostri elettori ed alla nostra coscienza ,ma soprattutto a differenza di altri non cercando accordi sotterranei ma esprimendo le nostre posizioni a volte anche a muso duro in consiglio comunale e fuori.
A noi non interessano le beghe politiche, negli ultimi mesi siamo stati molto duri in consiglio e non solo smascherando l’inadeguatezza di una giunta non all’altezza del ruolo, cosa su cui tutti ci danno ragione oggi, lo abbiamo fatto solo perché crediamo che vadano completate tante cose iniziate e tante altre vadano fatte : per esempio bisogna mettere mano a debiti che asfissiano il comune di Latiano con senso di responsabilità da parte dell’intero consiglio comuanle per non lasciarli alle nuove generazioni ,bisogna ampliare la rete del gas e intervenire sulla impiantistica sportiva a Latiano, soprattutto sbloccare l’urbanistica ed i lavori pubblici, in fase di stallo negli ultimi mesi.
Da uomini del fare noi metteremo le nostre proposte all’ordine del giorno dei prossimi consigli comunali ed immediatamente vogliamo che si metta mano alla riorganizzazione ed al rafforzamento con nuove unità dell’ufficio tecnico comunale (Urbanistica e Lavori Pubblici) in evidente affanno negli ultimi mesi per sovraccarico di lavoro con disagi per i cittadini.
Noi saremo sempre presenti in consiglio comunale svolgendo il nostro ruolo di critica dura ed anche aspra quando necessario ma con proposte concrete nell’interesse dei cittadini di Latiano che ci hanno onorato con il loro consenso.
Invitiamo i cittadini a farsi una idea guardando in diretta o in differita streaming sul sito di “Idea radio” i video ei Consigli Comunali per rendersi conto di ciò che diciamo e di ciò che dicono altri (quando lo dicono).
Noi non siamo quelli delle chiacchiere e tattiche da politicanti, che se ne vanno a mare quando ci sono i consigli comunali, ma siamo quelli dei fatti concreti nell’interesse della gente e che se c’è da andare in consiglio comunale a 40 gradi in pieno Luglio lo facciamo senza paura e senza trovare scuse, ci andiamo dicendo la nostra ed assumendoci le nostre responsabilità con serietà e competenza, convinti che comunque il bilancio di questi primi mesi di amministrazione di questa giunta sia disastroso ed occorra un cambiamento nei fatti.

I CONSIGLIERI COMUNALI

MASSIMILIANO BALDARI
SALVATORE DE PUNZIO

editor

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *