Ruggiero: “Il tema delle cartelle Arneo non è ritenuta prioritaria dall’amministrazione”

Riceviamo e pubblichiamo: Questa mattina si è svolto il consiglio comunale di Latiano in cui si sono affrontati importanti argomenti. Ma il 13 gennaio abbiamo presentato alcune mozioni ed interpellanze che non sono però state inserite in questo consiglio comunale.

Si discuteranno sicuramente al prossimo, ma tra queste vi era una mozione che riteniamo importantissima e che sarebbe dovuta essere discussa oggi, visto il riempirsi la bocca da parte del Sindaco di parole come “interesse comune”, “unità”, citando addirittura il Presidente della Repubblica quando poi nei fatti l’effetto delle su citate parole si cercano solo a fasi alterne quando crede che gli possa tornare politicamente utile.

L’ oggetto della mozione è la sospensione dei termini di pubblicazione della lista di carico degli “avvisi di pagamento” dell’Arneo con codice tributo 630 e 648 riferiti agli anni 2017 e 2016.
L’ 8 gennaio 2021 infatti, tardivamente rispetto alla richiesta dell’Ente Arneo che chiedeva quale termine dal 4 gennaio al 19 gennaio 2021, è stato pubblicato un generico avviso relativo alla lista di carico degli “Avvisi di pagamento” dell’Arneo, dei tributi codice 630 “beneficio idraulico” e codice 648 “beneficio irriguo” riferiti all’anno 2017 e partite residue del 2016, per un totale di circa 5 milioni di euro;

Le problematiche legate ai tributi Arneo sono note ormai a tutti i cittadini da anni. Il Consorzio di Bonifica di Arneo è nato per curare e salvaguardare i terreni agricoli dalle zone paludose, alla predisposizione del Piano Generale di Bonifica e di Tutela del Territorio Rurale ma l’evoluzione normativa in tema di consorzi di bonifica ha reso desueta gran parte della loro funzione originaria, senza tralasciare il punto cruciale che il tributo può essere imposto soltanto in funzione di una comprovata attività messa in campo dal Consorzio.

Per questo speravamo che fosse stata discussa oggi, che il Presidente Argentieri si fosse prodigato in tal senso invece che ignorarla, vista la vasta platea di cittadini coinvolta e visto che per poter risolvere queste questioni vi è la necessità di importanti mobilitazioni politiche.

Con la nostra mozione, infatti, chiedevamo all’Amministrazione comunale di predisporre con assoluta urgenza un atto deliberativo da notificarsi al Presidente della Regione Puglia, all’Assessore all’Agricoltura e al Commissario Straordinario dell’ente Arneo, con cui venisse disposta la sospensione dell’efficacia del predetto avviso, almeno, fino al permanere dello stato di emergenza.

Coalizione Claudio Ruggiero

editor

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *