SERVIZI SOCIALI, RUGGIERO: “RESTITUIREMO DIGNITA’ AI CITTADINI PONENDO FINE AL CLIENTELISMO”

“La politica ha il dovere di creare gli strumenti per arginare la povertà. Restituiremo dignità ad ogni singolo latianese ponendo fine al clientelismo”. Lo dichiara Claudio Ruggiero parlando del programma sui servizi sociali per la città di Latiano. “L’emergenza Covid ha portato alla luce diverse carenze in questo ambito, è opportuno dunque puntare sul potenziamento del settore servizi sociali, affinché si possa favorire un’azione che guardi al fabbisogno collettivo e che non si limiti solo al contributo economico. L’Amministrazione comunale dovrà adoperarsi nell’attivazione di una rete di collaborazione con le Caritas Parrocchiali, con le associazioni di volontariato, con coloro che in qualità di “centri d’ascolto”, quotidianamente vivono la condizione sociale della gente”. La società odierna vive e cerca di contrastare diverse problematiche come il bullismo, la ludopatia, l’utilizzo di droghe leggere; fenomeni ormai diffusi non solo nelle grandi città, ma anche nei piccoli paesi. Sono diventanti ormai fenomeni all’ordine del giorno, come fossero la seconda pelle della società, fanno parte della nostra quotidianità e quasi ci siamo abituati, ci conviviamo senza più stupore. “L’errore più grande sarebbe quello di lasciare che tutto continui a viaggiare a ruota libera – continua Ruggiero -. Tutti gli sforzi che il contesto sociale fa per prevenire, punire, riportare alla norma i comportamenti devianti si sintetizzano nell’espressione “Controllo Sociale”. Di fondamentale importanza a tal proposito, risulta il ruolo non trascurabile degli assistenti sociali e cooperative sociali, atte ad intervenire su modelli di recupero, integrazione e coesione sociale”.
Nella Città di Latiano operano diverse cooperative a stampo sociale e sono il fiore all’occhiello del territorio. “Per sopperire alle problematiche devianti che attanagliano il nostro paese, bisognerebbe dare grande voce ad esse, attribuendo loro più compiti, ad esempio una delle possibili soluzioni potrebbe essere quella di reinventare il loro assetto organizzativo e cercare di implementare programmi stimolanti ed innovativi. Le cooperative potrebbero promuovere la costituzione di équipes e/o servizi interdisciplinari con l’obiettivo di valorizzare e promuovere competenze specifiche in un ambito di intervento creando sinergie e collaborazioni con tutte le realtà che, in uno specifico territorio, si occupano di devianza. Bisogna promuovere momenti formativi ed evitare fattori di disorganizzazione sociale. Siamo convinti che una maggiore integrazione, coesione e partecipazione sociale sia una dei percorsi politici da sviluppare come l’educazione alla responsabilità personale e sociale. La coalizione che mi supporta è al lavoro per delineare programmi in cui l’adolescente risulti l’interlocutore privilegiato in uno spazio di ascolto adeguato”.
Come futura maggioranza di governo cittadino abbiamo il dovere di rilanciare l’Istituto Caterina Scazzeri – conclude Claudio Ruggiero – rendendolo il centro per l’azione in campo sociale. Non possiamo più permetterci di sperperare risorse monetarie, ma, attraverso un lavoro di coordinamento, possiamo garantire la qualità dei servizi”.

administrator

Related Articles

1 Comment

  • Raffaela lupo , 4 Agosto 2020 @ 12:37

    Ho letto attentamente ciò che ha postato il signor Maiorano: parole sante piene di buoni propositi, quindi cittadini latianesi date fiducia a queste promesse!! Latiano deve cambiare per noi che l’abbiamo lasciata , ma!!! Sopratutto per voi che la vivete tutti i giorni, un cordiale saluto a voi tutti, buona giornata ⛵

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *